Cruccio numero otto

Fantasticando sul suo futuro con Lara, graziosa commessa che tentava da tempo di avvicinare, P. aveva capito che tutto sommato non era poi così sicuro di voler condividere la sua futura villa in campagna con quella giovane ragazza. Aveva notato che a differenza dei primi tempi, quando le sue visioni erano allegre e spensierate, era… Continua a leggere Cruccio numero otto

L’amore è ‘n lusso pe’ signori

Si sei ‘n poveraccio nun te poi manco innamorà: si lei è ricca, nun te se fila; si è povera, tra lli stracci ‘a polvere e ‘a zozzeria, è più lo schifo che te fa d’ ‘a grazia, si lla tiene. Si sei ‘n poveraccio t’accontenti: si c’ha ‘r naso storto, si c’ha le zinne… Continua a leggere L’amore è ‘n lusso pe’ signori

Lei

Le chiavi le avevo prese, il gas era chiuso e anche le finestre – tranne quella della cucina, quella no, per far entrare aria ché sennò il cane come doveva fare – avevo anche acceso il motore per farlo riscaldare, visto che l’ultima volta ci aveva lasciati come due fessi in mezzo al nulla, e… Continua a leggere Lei