Cruccio numero otto

Fantasticando sul suo futuro con Lara, graziosa commessa che tentava da tempo di avvicinare, P. aveva capito che tutto sommato non era poi così sicuro di voler condividere la sua futura villa in campagna con quella giovane ragazza.
Aveva notato che a differenza dei primi tempi, quando le sue visioni erano allegre e spensierate, era calata come un’ombra sulla loro storia d’amore, fino a quando non accadde che, immaginando più intensamente del consueto, l’aveva vista civettare con un bellimbusto tutto muscoli e pure decisamente ricco, almeno così gli sembrava guardandogli i vestiti.
Affranto e amareggiato, non le rivolgeva più la parola e neppure la salutava le volte che proprio non riusciva a evitarla alla cassa.
Inutile dire che la povera Lara non si era accorta di nulla: di aver avuto una storia d’amore con P., di averlo tradito, di essere stata lasciata da lui; nemmeno sapeva di aver implorato il suo perdono, che P. le aveva rifiutato non credendo al suo pentimento.
Dopo aver trovato un nuovo supermercato dove fare la spesa, finalmente P. aveva ripreso in mano la sua vita e iniziava a domandarsi se non fosse il caso di prendere un cane per il suo futuro appartamento in centro, dato che la sua nuova fantasia, la parrucchiera del centro commerciale, era sicuramente un’amante degli animali.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...